Non è il virus il pericolo maggiore, ma il vaccino

Nell’ultimo post, tra le altre cose, ho parlato del virus A/H1N1 e del rischio, sempre più concreto, che ci troviamo di fronte ad una grande montatura mediatica architettata da uomini senza scrupoli che progettano oscure strategie di potere alle spalle e ai danni dell’umanità. L’assenza in tv e sulla carta stampata di approfondimenti sull’argomento è una chiara dimostrazione di quanto complice, asservito o semplicemente carente sia il nostro sistema mediatico. Non possiamo non porci delle domande davanti alle notizie sempre più inverosibili che giungono dagli organi di informazione. Tra poco dovrebbero iniziare le vaccinazioni disposte dal ministero della Sanità, ma nessuno ci ha ancora spiegato cosa contiene il vaccino, quali sono gli effetti collaterali che può causare e, soprattutto, se la nuova influenza A è davvero così pericolosa. Allo stato attuale non esistono ancora dati ufficiali sul contagio. In Italia c’è stato un solo presunto caso di decesso a causa del virus A/H1N1, a Napoli. Continue reading

Un sistema da ricostruire

Logo_Blog_generico

Resto sempre più sconvolto dalla leggerezza con cui le istituzioni, microfonate dai soliti media acritici ed inultilmente enfatici, rilasciano dichiarazioni fasulle e di facciata. Trovo snervante e offensivo sentir continuamente usare parole come “timida ripresa economica”, “deboli segnali di ripresa”, “ripresa: si, ma dal 2010″. Non ha alcun significato dire che il paziente forse guarirà senza specificare quale malattia lo ha colpito e in quali circostanze l’ha contratta. Ci si sente colti e informati oggi a parlare di crisi economica. “Si sente la crisi?” e “Non si sente la crisi?” sono diventate le domande più gettonate dell’informazione di massa. Ma si sente cosa? Di cosa parliamo davvero? Draghi, invece di spiegare cosa ha provocato la crisi economica attuale e rivelare chi sono i responsabili, ha da poco dichiarato: “Il peggio è passato. Ora rischi per le imprese”. Se le imprese che chiudono e i lavoratori con famiglie a carico restano a casa, con tutti i disagi che ne derivano, non sono il ‘peggio’ che possa capitare ad una società civile, allora cosa lo è, secondo il governatore della Banca d’Italia? Continue reading

Pillole di satira_001

luttazzi

Ad un anno dalla nascita del blog, ho deciso di aprire una nuova sezione dedicata alla satira. Lo spunto deriva da un’idea di Daniele Luttazzi, che nel suo blog ha lanciato La Palestra, un angolo in cui poter allenare il proprio senso dell’ironia traendo spunto dall’attualità. E’ un esercizio che trovo esaltante, e a cui ho partecipato inviando alcune battute. Pubblicherò i miei ‘allenamenti’ sul blog con cadenza regolare, con quindici battute che coprano fatti più o meno importanti della cronaca sociale e politica. Questo spazio non ha nessuna pretesa di sembrare divertente o ironicamente colto. In linea con gli obiettivi del blog fissati un anno fa, sarà semplicemente uno sfogo che assumerà una forma diversa dal solito.

Arrestati 16 agenti a Lecce. Colti in flagrante da due rapinatori in borghese.

Papa davanti al Muro del Pianto. Prega e poi scrive: “Io e te tre metri sopra il cielo”.

Napoli prima nelle rapine, Bari negli omicidi. E’ la rivincita del Sud. Continue reading

Pandemia

pandemia-pandemic

I casi sono 1.614 e i morti 103. Siamo di fronte ad un nuovo virus influenzale i cui sintomi sono: febbre superiore ai 39 gradi che si presenta all’improvviso, tosse, mal di testa intenso, dolori muscolari e alle articolazioni, irritazione degli occhi”. Jose Angel Cordova Villalobos, ministro della Sanità messicana, 27 aprile 2009.

“Un virus mai visto finora e che si trasmette da uomo a uomo”. Rainews24.it, 25 aprile 2009.

“E’ sicuramente un allarme internazionale. Si tratta di un’infezione che ha colpito molti stati degli Usa e Messico, non vi e’ dubbio che ci sia il rischio di una propagazione ulteriore e che il virus suino possa assumere i tratti di una pandemia quindi raggiungere facilmente l’Europa attraverso i viaggi internazionali”. Walter Pasini, Direttore del Centro di Global Health dell’Oms, 27 aprile 2009. Continue reading