Modelli diversi di decespugliatore

Se siamo intenzionati a scegliere un decespugliatore di sicuro dobbiamo mettere in conto che al momento possiamo trovare moltissimi modelli spesso diversi in commercio. Uno dei fattori fondamentali che è bene conoscere riguarda in genere le varie tipologie e gli usi particolari ad esse legate, in special modo è bene anche considerare con cura il tipo di alimentazione di cui è dotato lo strumento. Questo aspetto è forse infatti uno dei primi da mettere in evidenza se vogliamo decidere come muoverci in questa moltitudine, è importante anche per quanto concerne la potenza della macchina e magari il tipo di giardino o il campo dove dobbiamo andare ad utilizzare più spesso il decespugliatore. Diciamo che al momento in commercio è possibile trovare essenzialmente tre tipologie di decespugliatore. Abbiamo i modelli a scoppio, quelli di tipo elettrico e quelli che sostanzialmente presentano invece una batteria ricaricabile.

Il decespugliatore a scoppio è diciamo un modello di decespugliatore che abbiamo sempre visto utilizzato da tantissime persone, è caratterizzato da un motore che viene alimentato con del carburante e può essere utilizzato ovunque si voglia. Quindi senza l’uso della miscela lo strumento non può sicuramente né avviarsi né svolgere tutte le varie operazioni di taglio, ma diciamo che può essere utilizzato ovunque si voglia anche dove non abbiamo nessun’altra fonte di energia. Rimane perciò fondamentale in questo caso mettere in conto di dover essere sempre provvisti della miscela da utilizzare, e l’autonomia della macchina per un qualsiasi lavoro è legata solo effettivamente al consumo del carburante. In commercio è possibile trovare una serie di diversi prodotti con motore a scoppio, dipende dalla professionalità del modello e anche dalla funzione per cui ci occorre un decespugliatore.

Il modello di decespugliatore elettrico è diverso ovviamente ed è caratterizzato da un’alimentazione esclusivamente a corrente. Avremo quindi un decespugliatore munito di filo in genere è comodo per un uso in piccoli giardini domestici, ma risulta effettivamente scomodo per lavori molto più impegnativi, senza considerare che il filo è molto lungo ma non è il modello più comodo. Infine, abbiamo anche un decespugliatore a batteria che quindi è sostanzialmente privo sia di cavo elettrico. Ma si tratta in genere di un prodotto che ha un’ autonomia di lavoro in quest’ultimo caso perciò viene legata essenzialmente al livello di carica della batteria e alla sua durata.