La nascita della croce direzionale dei gamepad

Negli anni ’70 e ’80, all’epoca in cui sostanzialmente nascevano e venivano presentati i primi videogiochi da poter utilizzare direttamente in casa e con cui divertirsi nel salotto, i primi gamepad non erano davvero troppo popolari. I dispositivi di gioco per i computer e le console di solito erano solo ed sostanzialmente i classici joystick, sebbene in commercio era già possibile trovare i gamepad non erano le prime scelte. Ad esempio uno dei più famosi videogiochi di questi anni, ossia l’Atari 2600, aveva un joystick davvero minimale ma non un gamepad, tuttavia con gli anni la terza generazione di videogames ha sempre di più puntato sull’uso del gamepad presentando perciò una serie di controller che erano davvero molto più elaborati ed innovativi di un semplice joystick.

Possiamo dire infatti che il primo vero e proprio gamepad assai simile a quelli che si possono trovare oggi è stato il gamepad Nintendo Entertainment System, che venne chiamato Famicom, da Family Computer.

Si tratta di un tipo di piattaforma che è stata inventata nel 1983, troviamo il suo ingresso in commercio in Europa solo nel 1986. Al tempo stesso è anche una piattaforma che fino al 1995 ha venduto circa 62 milioni di pezzi, diciamo che presentava un design particolarmente innovativo per l’epoca e grazie a videogiochi come Super Mario Bros è entrata di diritto nella storia del gaming. Oggi si tratta di un oggetto che possiamo dire da collezione ormai, ma che è la storia e il progenitore dei moderni videogiochi e console, il progenitore che si avvaleva di un gamepad utilissimo e al tempo stesso ergonomico. Il gamepad aveva in quel caso questa croce direzionale, inventata da Gunpei Yokoj, che venne utilizzata successivamente da quasi tutti i giochi elettronici portatili Nintendo. Questa croce direzionale in gergo tecnico D-Pad, è la classica croce di pulsanti che presentai quattro tasti uniti in un unico supporto che ci permette di ottenere il movimento del personaggio o del cursore. E’ stata l’innovazione più comoda dei gamepad e tutt’ora resta sempre nei modelli anche più innovativi che possiamo trovare in commercio. Se siete interessati, ecco quali sono i modelli più comodi e utili del momento e come sceglierli al meglio.