Alcuni usi dei guanti in medicina

La maggior parte dei guanti di nitrile monouso sono utilizzati per coprire le mani e quindi spesso vengono utilizzati in campo medico, nei laboratori di analisi, nei campi di produzione alimentare e anche nello smercio degli alimenti. Si tratta di guanti che sono effettivamente molto resistenti e ci permettono la massima igiene quando dobbiamo fare un certo tipo di lavori. In generale i guanti di questo tipo sono stati pensati originariamente per evitare che si verifichino infezioni durante la manipolazione di ferite contaminate in un qualsiasi tipo di intervento medico. Molti altri usi dei guanti di nitrile in ambito medico non sono generalmente considerati mai pericolosi, per questo sono la tipologia di guanti che sono spesso più utilizzati.

Un uso comune dei guanti di nitrile monouso è quello di pulire le orecchie dopo l’intervento chirurgico. Ci sono molte situazioni in cui possiamo andare ad utilizzare quindi questo tipo di prodotti, sia in un ospedale o in un’altra struttura medica. La prima volta che qualcuno si fa pulire le orecchie, può quindi farlo anche grazie ai guanti di nitrile usati dal medico curante. Questi guanti di nitrile monouso sono sterili e non contengono alcun tipo di virus, batteri o altri contaminanti che possono essere potenzialmente dannosi per i pazienti che possono avere un’infezione all’orecchio, ma anche tantissime altre infezioni che prevedono sempre la massima igiene.

Un altro uso popolare per i guanti di nitrile monouso è quello di coprire la mano di un individuo che può venire a contatto con una ferita. Questo viene solitamente fatto quando si puliscono le cellule del sangue o quando si rimuove un oggetto estraneo da una ferita. Quando la persona maneggia materiali contaminati come sangue, urina o altri liquidi, è sempre importante indossare un guanto di nitrile monouso sopra la parte contaminata. Questo è importante perché il guanto assorbe il liquido senza toccare la pelle. Questo assicura che nessuno tocchi la pelle della parte contaminata. È importante che questi guanti di nitrile vengano sostituiti ogni due settimane o secondo necessità, a seconda della frequenza di utilizzo.

In genere questi guanti risultano molto resistenti e le persone ormai li acquistano anche per fare una serie di lavori in casa, o per indossarli quando sono spesso a contatto con il pubblico per evitare contaminazioni. Sostanzialmente si tratta quindi non solo di dispositivi medici e se volete acquistarli o sceglierli e magari risparmiare un po’, vi consiglio di consultare la guida sull’acquisto dei guanti protettivi.

Per maggiori informazioni clicca qui.